Motociclista travolto da un’auto: l’importanza dell’equipaggiamento

🕒 Tempo di lettura: 2 minuti

Tutti sappiamo quanto un abbigliamento adeguato, omologato e che protegga realmente dagli impatti faccia la differenza, ma quanti di voi valutano attentamente le conseguenze di un’acquisto sbagliato?

Il 10 Marzo 2015, in viale Amendola a Modena si è materializzato l’ennesimo episodio di incidente stradale dovuto ad una manovra azzardata:

Intorno alle ore 17.30 un’auto e una moto sono venute a contatto e ad avere la peggio è stato ovviamente il conducente delle due ruote, caduto rovinosamente a terra. Lo scontro è avvenuto all’altezza del distributore di carburante Total, in corrispondenza di uno dei varchi tra le due corsie, che più volte sono stati teatri di incidenti per le manovre azzardate e i tentativi di inversione a U.

Una monovolume con a bordo una coppia ha urtato il motociclista in sella ad una Triumph, secondo una dinamica non ancora chiara e al vaglio della Polizia Municipale, intervenuta sul posto per i rilievi. L’impatto è avvenuto mentre i due mezzi erano affiancati. Il centauro 40enne è stato soccorso dall’intevento dell’auto medica e dell’autoambulanza del 118, che lo ha immobilizzato e trasportato a Baggiovara.

incidente moto

Fonte: http://www.modenatoday.it

Il risultato è comunque incredibile

Quello che ci interessa non è nello specifico la dinamica dell’incidente stesso, ma il modo in cui il motociclista, cadendo, ha attutito il colpo.
Di seguito il video che ci racconta le dinamiche e il casco co-protagonista dell’accaduto.

Il motociclista cadendo ha urtato l’asfalto con la testa, il casco ha colpito il cordolo a bordo strada con un urto verticale per poi sfregare sull’asfalto stesso prima di interrompere la sua corsa.

Come si è potuto evincere dal video la qualità costruttiva ha fatto la differenza, quello che può sembrare un “graffio” su un dispositivo di sicurezza definibile tale, avrebbe potuto risultare nella rottura della calotta in caschi di scarsa qualità.
In questo caso AGV ha dimostrato su strada l’efficacia di un prodotto destinato alla sicurezza della guida.
Oltre a ciò che si vede, è da tenere in altissima considerazione il fattore di assorbimento dell’urto, il conducente della moto, in questo caso, non ha riportato gravi traumi cranici.

Ma come è possibile distinguere un buon casco da uno veramente in grado di salvarci la vita?

Sopratutto affidandosi a produttori qualitativi, con una storia nella produzione di caschi, come AGV ha dimostrato ma anche altri produttori tra cui HJC, Arai, LS2, Scorpion, Premier Helmets, Shark e molti altri… in secondo luogo cercando rivenditori affidabili in grado di guidarvi all’acquisto del prodotto su misura evitando come la peste chi vi vende un prodotto solo per liberarsi di quell’articolo in esaurimento.
Ma ultimamente abbiamo anche un’altra arma nel nostro arsenale: SHARP.
SHARP offre questa opportunità, una finestra in più sui vostri acquisti, leggendo l’articolo:

Articolo Motosicura.it “Scegliere il Casco migliore con Sharp!”

avrete una guida più concreta per il vostro prossimo acquisto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifichiamo che tu non sia un Bot ;) *