Scegliere il Casco migliore con Sharp!

test impatto

Valutare l’acquisto di un dispositivo di sicurezza non si limita alla sola estetica e presenza di optional riguardanti il comfort per i nostri viaggi e sessioni di pista.
Un casco sicuro, per legge, viene individuato grazie ai test europei ECE/ONU R22-05, dove ogni dispositivo è tenuto a superare i test previsti dalle normative in vigore.
Ma per ottenere la così detta omologazione, i caschi, devono offrire solo un minimo livello di protezione.

Quindi come possiamo distinguere un casco solo costoso da uno effettivamente più sicuro?

Qui a seguire cercheremo di capire cos’è SHARP e come ci può aiutare al nostro prossimo acquisto del casco migliore!

sharp logo

SHARP (Safety Helmet and Assessment Rating Programme) che sta per Programma per la Sicurezza di Caschi e Valutazione di Affidabilità, è il programma istituito dal Dipartimento dei Trasporti Inglese dal 2007 che offre un servizio di informazione concreta per aiutare nell’acquisto del casco più sicuro.
Casci Jet, Crossover e Demi-Jet sono ignorati perchè reputati poco sicuri in questi test, quindi parliamo principalmente di Integrali e Modulari.

I caschi valutati sono 350, di cui l’ultimo valutato il 27 marzo AGV K3 SV: 4 stelle di 5!

Nel video il test sull’impatto verticale di SHARP.

Le valutazioni inglesi sono apprezzate dai motociclisti, ma anche dai produttori di caschi, persino quelli che erano scettici (o addirittura contrari) a questa iniziativa, fino a che i loro prodotti hanno ottenuto le famose 5 stelle SHARP.
Si sta ripetendo insomma ciò che in campo automobilistico era accaduto inizialmente con i crash-test della EuroNCAP.
E come per i test delle auto, anche le valutazioni SHARP riservano a volte grosse sorprese: caschi di fascia economica a volte ottengono valutazioni superiori a quelle ottenute da caschi in fibre composite di marchi famosi.

Vediamo allora di conoscere meglio questo programma e le sue valutazioni.

SHARP ed ECE: valutazioni differenti

I criteri di valutazione stabiliti dal Dipartimento dei Trasporti inglese sono diversi da quelli delle normative europee e richiedono test differenti. Le procedure SHARP sono state ottenute amalgamando le due normative di omologazione in vigore nel Regno Unito (la ECE 22-05 europea e la BS 6658 inglese) e definendo standard più rigorosi rispetto a quelli di entrambe le omologazioni.
Per lo SHARP, il tipo di danno più frequente che si verifica a seguito di un incidente in moto è il trauma cranico causato dall’impatto violento del casco contro una superficie dura.
Tale trauma nei casi più gravi può essere accompagnato da una commozione celebrale. Per questo motivo i test SHARP classificano i caschi in base alla loro effettiva capacità di limitare gli shock che il cervello riceve in caso di urto.
Maggiore è la capacità di assorbimento del casco (e quindi minore la forza residua trasmessa al cervello), più elevata è la valutazione in “STELLE” attribuita al casco.

Presi in negozio di TUTTE le taglie

Per ogni modello di casco esaminato, SHARP effettua ben 32 prove su sette esemplari di differenti taglie, per controllare che ogni taglia protegga come si deve. Per la massima indipendenza e affidabilità dei test, SHARP acquista i caschi nei negozi come qualsiasi motociclista. Ogni casco è testato simulando impatti di vario genere su superfici piane e contro spigoli. I test sono effettuati a tre diverse velocità, per valutare la protezione negli impatti a bassa e ad alta velocità!

Cambia la velocità dell’impatto

Le principali differenze tra i test dello SHARP e quelli previsti dalla normativa ECE 22-05 sono nelle prove di impatto a cui vengono sottoposti i caschi.
In particolare, per scegliere il casco migliore, dovremo tenere presente che:

SHARP non prevede test di penetrazione
Come abbiamo visto in precedenza, secondo gli esperti inglesi la maggior parte dei danni riportati dagli incidenti è legata al trauma che subisce il cervello all’interno del casco a seguito di un impatto violento. Sono rari i casi in cui un qualsiasi oggetto riesca a perforare la calotta esterna.
Le zone della calotta che vengono testate sono sottoposte a urto una sola volta (SHARP) invece che due (ECE 22-05)
Sempre secondo gli esperti, è molto improbabile che il casco urti più di una volta nello stesso punto della calotta in caso di incidente: è più verosimile che accada il contrario.
SHARP prevede prove di impatto a velocità a velocità differenti
La ECE 22-05 prevede una sola velocità di impatto, mentre lo SHARP fa vari test a velocità differenti: un altro elemento che dovrebbe aiutare a valutare la protezione  offerta da un casco. Al di là della effettiva validità dei test SHARP (non sta a noi stabilire quale criterio sia più adatto), resta lodevole l’iniziativa del governo britannico per aiutare i consumatori nelle loro scelte, proprio come accade nel mondo delle auto con l’EuroNCAP.

Nel video vediamo come vengono effettuati alcuni test da SHARP.

Ecco gli “stellati” degni di nota:

Produttore e Modello Valutazione (max a 5 stelle) Prezzo d’acquisto
Scorpion EXO-1200 stella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuotastella sharp vuota 350 €
Premier Helmets Trophy (consigliato) stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota 249 €
AGV Corsa (consigliato) stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp da 699 €
AGV K3 SV stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota da 199 €
HJC IS-17 stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota da 200 €
HJC FG-17 stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota 240 €
HJC RPHA 10 Plus stella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuotastella sharp vuota da 420 €
Shuberth C3 Pro stella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuotastella sharp vuota da 620 €
X-Lite X-1003 (consigliato) stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota da 509 €
Nolan N104 (consigliato) stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota da 279 €

Cerchiamo di capire però che cosa realmente significano le stelle SHARP e cosa inficia realmente nella protezione di chi indossa i caschi testati.

I cinque livelli di protezione

Tutti i caschi attualmente in commercio, come anche quelli valutati da SHARP, sono omologati ECE, offrono percui la protezione minima prevista dalle leggi attualmente in vigore.
Un casco con 1 stella non è inferiore quindi in robustezza paragonato ad uno a cinque stelle.
La sostanziale diversità si trova nella quantità e nel sistema col quale l’energia dell’impatto viene trasferita alla testa in caso di incidente, in poche parole la gravità dei danni subiti.

stella sharpstella sharp vuotastella sharp vuotastella sharp vuotastella sharp vuota Protezione sufficiente
Sono i caschi che hanno superato i requisiti “minimi” in fase di omologazione.
stella sharpstella sharpstella sharp vuotastella sharp vuotastella sharp vuota Protezione discreta
Migliora la capacità della calotta di assorbire l’urto in caso di impatto.
stella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuotastella sharp vuota Media protezione
Caschi con buona ricerca aerodinamica, ma ai lati la calotta non protegge come in alto.
stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp vuota Buona protezione
Il livello di protezione offerto in caso di urto è molto buono in tutti i punti della calotta.
stella sharpstella sharpstella sharpstella sharpstella sharp Ottima protezione globale
In caso di impatto la calotta offre una protezione fino al 70% superiore rispetto a quelli con una stella.

La futura ECE 22-06

Attualmente non vi sono reali informazioni sull’evoluzione della normativa che sostituirà l’attuale ECE R22-05, ma si presuppone che verranno aumentati i criteri e le richieste minime in sede di omologazione dei caschi.
Se e quando vi saranno aggiornamenti provvederemo ad informarvi attraverso le pagine virtuali di Motosicura.it e sulla pagina Facebook MotoSicura

 

Consigli di SHARP, di inSella e anche nostri

Dopo aver scelto il casco migliore sarà il momento di acquistarlo, più che badare al colore o alle grafiche dovete scegliere la taglia corretta. Secondo uno studio svolto in Europa dallo SHARP il 12% dei motociclisti in Europa perde il casco durante gli incidenti perché è della taglia errata! inSella aggiunge un consiglio: provate sempre più di un modello, fino a trovare quello che ha la conformazione della calotta interna giusta per la vostra testa. Indossare un casco che “veste bene” aumenta le probabilità di uscire senza troppi danni da un incidente: anche il casco più sicuro serve a poco sew si sfila al momento dell’urto, quando invece dovrebbe proteggerla!

Per concludere vi forniamo direttamente qui sul sito la possibilità di ricercare il vostro casco preferito o quello che vorreste comprare per verificare (se presente) il risultato dei test SHARP!


Se aveste ancora dubbi sull’importanza del valutare il valore di protezione del casco migliore oltre alla sua estetica,date un’occhiata a questo articolo:

Motosicura.it “Motociclista travolto da un’auto: l’importanza dell’equipaggiamento”

Per maggiori informazioni rimanete in contatto con noi su
Motosicura.it e sulla pagina Facebook MotoSicura
Visitate anche il sito ufficiale SHARP (in inglese)

articolo tratto da inSella Anno 16 n.5 maggio 2015

2 comments for “Scegliere il Casco migliore con Sharp!

  1. Carlo
    luglio 6, 2016 at 13:35

    Ciao e complimenti per l’articolo, anche se è dell’anno scorso è stato bello avere una guida completa e sana per trovare il casco migliore.
    Devo ammettere che spesso mi sono affidato a due fattori per l’acquisto: il prezzo e la grafica, ho dovuto rivedere il mio modo di valutare le priorità!
    Questa volta cercavo un casco da turismo a tutto tondo, ideale per lunghi viaggi e che si prestasse all’uso con interfono senza “stonare”.
    Consiglio a tutti l’ n104 della nolan!

    • ottobre 21, 2016 at 18:37

      Carlo concordo che guardare solamente la grafica ed il prezzo rischia di portarti fuori strada… Nolan è un’ottima azienda come X-Lite però per valutare in modo sicuro un casco dovresti consultare Sharp (ente che a parer mio è molto valido). C’è da dire però che durante una caduta possono accadere cose impreviste che nei test non son state valutate (differenti materiali ai quali si andrà ad impattare e così via). Però ottima guida, mi ha tolto alcuni dubbi sulla sicurezza dei caschi

Comments are closed.